La montatura è quello strumento meccanico, più o meno complesso, che permette al tubo ottico di essere indirizzato in qualsiasi punto della volta celeste. La montatura quindi è situata tra il treppiede ed il telescopio vero e proprio ed è uno degli strumenti più importanti.

Altazimutali

Sono le montature più semplici e generalmente economiche. Permettono di muovere il telescopio in alto-basso e destra-sinistra, e sono adatte a strumenti di piccole dimensioni. Possono dare problemi a chi non è esperto di “navigazione stellare” nell’individuare nella volta celeste gli oggetti che si vogliono osservare. Alcuni modelli hanno gli assi motorizzati (per non muovere il telescopio a mano) e un sistema per l’inseguimento degli oggetti in cielo (usando il moto su entrambi gli assi). Concludendo, i principali vantaggi di queste montature sono l’economicità e la “leggerezza”.

Equatoriali

Queste montature, alla tedesca o a forcella sono progettate per poter seguire con facilità il moto apparente degli oggetti celesti (moto derivante in realtà dalla rotazione terrestre) in cielo. Questo risulta molto utile in quanto ad alti ingrandimenti il vostro soggetto può uscire dal campo visivo dell’oculare anche in meno di un minuto; con queste montature l’inseguimento avviene agendo su uno solo dei due assi (asse RA), e in molte montature il movimento attorno a questo asse è gestito da un piccolo motore, chiamato motore orario.

Montature Computerizzate

Queste montature sono caratterizzate dall’essere controllate da un computer, che comanda i motori che azionano gli assi di rotazione. Inoltre, contengono in memoria cataloghi con migliaia di oggetti celesti e sono in grado di puntarli automaticamente, semplicemente selezionandoli sulla tastiera.

I Treppiedi

Il treppiede è la parte preposta a sorreggere il peso della montatura, dello strumento e di tutti gli accessori montati, ne consegue che deve avere un certa solidità per garantire una buona stabilità. Potete anche possedere una montatura massiccia, ma se la monterete su un treppiede leggero essa non potrà mai svolgere bene il suo lavoro. Un treppiede non all’altezza del carico provocherà intense vibrazioni nel corso delle osservazioni (insieme magari a pericolose oscillazioni), rovinando di fatto le prestazioni di ottica e montatura.

Top