Lo STAR TEST è il principale strumento per verificare e valutare tutte le aberrazioni assiali (sferica, cromatica longitudinale), extra-assiali (coma, astigmatismo, cromatica laterale o CVD), del piano (curvatura di campo, distorsione) e i difetti contingenti del telescopio.

OTTICHE DISALLINEATE

Ottiche-Disallineate-Telescopio

DIFETTO

Probabilmente il problema più diffuso nei telescopi amatoriali. Ne vanno soggetti sia i riflettori che i rifrattori seppure in misura minore. I piu’ critici sono gli Schmitd Cassegrain, seguiti dai Newton aperti (f4/5). Le immagini stellari di un sistema scollimato presenteranno sostanzialmente le centriche non… concentriche. La sensazione sara’ quella di vedere una galleria in curva.

SOLUZIONE

L’unico modo per effettuare un allineamento corretto è utilizzare una stella. Si puo’ effettuare l’operazioni da soli ma considerando che ogni volta che toccate una vite la stella tende ad uscire dal campo è meglio essere in due, è meglio usare oculari con campo abbondante e soprattutto è il caso di tenere la stella al centro del campo dell’oculare per evitare problemi relativi alle distorsioni ottiche introdotte dall’oculare.

ABERRAZIONE CROMATICA o CROMATISMO

Aberrazione-Cromatica-telescopio

DIFETTO

È la piu’ semplice da riconoscere delle aberrazioni ottiche. Gli oggetti luminosi presentano aloni colorati piu’ o meno diffusi. I colori piu’ probabili da osservare sono il rosso (magenta) e il blu, l’uno intra e l’altro extrafocale.
Il problema nasce dall’impossibilita’ per una lente di mettere a fuoco tutte le lunghezze d’onda (e quindi i colori) nello stesso piano focale per via della dispersione che la luce subisce attraversando materiali di densità ottica diversa. La parte di luce non focalizzata contribuisce a diminuire il contrasto e la nitidezza delle immagini ad alta risoluzione.

SOLUZIONI

Non ci sono soluzioni al problema del cromatismo se non l’acquisto di un telescopio apocromatico. Si puo’ introdurre un filtro giallo W12 ottenendo una ragionevole attenuazione del cromatismo almeno nella parte blu ma si tratta di una soluzione che non migliora la risoluzione del sistema.

ABERRAZIONE SFERICA

Aberrazione-Sferica-Telescopio

DIFETTO

In un sistema geometrico sferico, quanto più un raggio monocromatico è vicino ai bordi, tanto più è messo a fuoco vicno all’obiettivo. Avremo un intervallo di punti focali detto Aberrazione Sferica Longitudinale; la focheggiatura è sempre un compromesso, le stelle non appariranno mai puntiformi, ma come dischetti dai bordi sfumati.

SOLUZIONI

Utilizzo di strumenti non troppo luminosi (basso rapporto diametro / lunghezza focale).
Il doppietto acromatico, per i rifrattori, fa sì che le due aberrazioni si sommino algebricamente, quasi annullandosi.
Utilizzo di lenti asferiche.
Nei riflettori, l’aberrazione sferica si corregge dando agli specchi il profilo di una parabola.
Allontanando la parte periferica, tutti i raggi parassiali e marginali convergono sul fuoco del sistema.

ASTIGMATISMO

Astigmatismo-Telescopio

DIFETTO

L’astigmatismo si verifica quando uno specchio sferico (o parabolico) presenta curvature diverse nelle diverse direzioni; insieme all’aberrazione sferica, rappresenta l’aberrazione più deleteria che può colpire l’ottica di un telescopio. All’origine dell’astigmatismo vi può essere un errato montaggio degli elementi ottici o, peggio ancora, una serie di errori più o meno grossolani di lavorazione degli stessi. Entrambi i motivi sopraelencati portano alla presenza di più assi ottici nell’ambito dello schema del telescopio, generando gli effetti dell’astigmatismo.

SOLUZIONI

L’astigmatismo si può individuare facilmente: puntata la stella si sfuoca leggermente tra le posizioni intrafocale ed extrafocale alternandole rapidamente. Se l’immagine di diffrazione si allarga in una ellisse il cui asse maggiore cambia orientamento di 90° tra le due posizioni siamo in presenza di astigmatismo.

COMA

Coma-Telescopio

DIFETTO

Si tratta di una aberrazione ottica che affligge soprattutto i riflettori molto aperti, con rapporti focali da f6 a scendere. Si manifesta ai bordi del campo e produce l’allungamento delle stelle in senso radiale che assumono quindi la forma di goccioline o di comete se preferite.

SOLUZIONE

Introdurre uno spianatore di campo/correttore di coma.

OTTICHE TENSIONATE IN CELLA

Specchi-Troppo-Stretti-Celle-Telescopio

DIFETTO

Se osserviamo una figura della stella tendenzialmente triangolare, vuol dire che lo specchio (solitamente il primario) è troppo chiuso nella cella che lo sostiene.

SOLUZIONE

Per eliminare questo problema basta svitare leggermente i supporti che fissano lo specchio primario alla cella dello specchio stesso.

ERRORI ZONALI

Errori-Zonali-Telescopio

DIFETTO

Se notiamo nello star test anelli più chiari osservando la stella fuori fuoco che poi diventano più scuri se spostiamo il fuoco in posizione opposta (ad esempio da intrafocale a extrafocale), questo indica errori zonali causati da una non perfetta lavorazione delle ottiche.

Top