Come scegliere il binocolo giusto?

I consigli utili di Foto Ottica Moreno

La scelta di un binocolo è un passaggio fondamentale per chi ama l’osservazione della natura, la fotografia, l’astronomia o semplicemente desidera una visione più chiara e ravvicinata dei dettagli lontani. In un mercato ricco di opzioni, trovare il binocolo giusto può sembrare un’odissea. Ma non temere, con la guida giusta, selezionare il binocolo perfetto per le tue esigenze può diventare un processo chiaro e gratificante.

In questa pagina, esploreremo le caratteristiche essenziali che ogni appassionato dovrebbe considerare prima di effettuare un acquisto.

Prismi Porro

I binocoli con prismi Porro sono normalmente più larghi degli analoghi binocolo con prismi a tetto, ma in compenso più corti. Grazie agli obiettivi ulteriormente distanziati, questi binocoli restituiscono a distanza ravvicinata un’immagine più plastica.

Prismi a tetto

I binocoli con prismi a tetto sono molto compatti e hanno una forma particolarmente slanciata. I processi di lavorazione ottica e di meccanica di precisione sono più complessi rispetto al binocolo Porro di pari qualità.


Qualità del vetro

SK-15: Riduce al minimo i riflessi interni e permette di ottenere un’immagine estremamente nitida come i contrasti migliori.
BaK-4: Questo materiale è particolarmente indicato per i prismi dei binocoli. Riduce al minimo la luce diffusa e la distorsione dei colori, garantendo quindi una migliore trasmissione della luce, bocci per più nitidi e una maggiore qualità della risoluzione.
BK-7: Prismi sono lo standard per un buon rendimento delle immagini.


 

Contrasto di fase / Correzione di fase

Nel binocolo con prisma a tetto rispetto ai superfici riflettenti può svolgere terminando una fase o sfasamento delle onde luminose. Ciò provoca una diminuzione del contrasto e della risoluzione, soprattutto a ingrandimenti elevati. Esiste uno speciale rivestimento in grado di correggere queste fasi quanto a migliorarsi sensibilmente la risoluzione dell’immagine aumentandone la brillanza, il contrasto e la risoluzione.

Rivestimento dielettrico

Rivestimento composto da più strati speciali (fino a un massimo di 70) fatti di materiale non conduttivo (“dielettrico”). Questi strati creano a loro volta degli strati riflettenti in grado di riflettere pari del 99% della luce incidente e che sono caratterizzati da una durata di gran lunga maggiore.

Riflessione con argentatura

I prismi con argentatura offrono una riflessione del 4% superiore rispetto ai prismi con rivestimento in alluminio, il che implica una migliore efficienza luminosa nei prismi in serie.


Impermeabile / Riempito di azoto

Utilizzabili in acqua e in qualsiasi condizione meteorologica. Il binocolo è dotato di un sistema di pressurizzazione composto da un perfettamente dell’ottica. Dato che l’azoto, a differenza dell’aria, non contiene umidità residua, evita l’appannamento dei sistemi ottici interni in caso di variazioni di temperatura.


Vetro a bassissima dispersione
(ED = extra low dispersion)

Il vetro a bassissima dispersione è realizzato utilizzando componenti ultrapuri e particolarmente privi di ferro. Questo tipo di vetro compensa gli errori cromatici garantendo un’eccellonale risoluzione, nonché immagini dai colori realistici, estremamente piatte e ricche di dettagli con un contrasto elevato e contorni molto nitidi.

Tempratura

La temperatura è uno dei metodi principali che vengono usati al fine di ottimizzare la prestazione ottiche. In base al tipo e alle qualità della temperatura è possibile aumentare sensibilmente la trasmissione luminosa, la luminosità dell’immagine, il contrasto e la brillanza.


Ingrandimento

Con un ingrandimento 8x l’oggetto appare 8 volte più vicino che nella realtà.
Esempio: in un binocolo 8 x 42 un oggetto a una distanza effettiva di 800 m appare distante solo 100 m (800 m: 8 = 100 m).

Minore ingrandimento = campo visivo più ampio (per una rapida individuazione degli oggetti).

Maggiore ingrandimento = campo visivo ridotto (per distinguere meglio i dettagli)


Diametro dell’obiettivo

Il diametro dell’obiettivo viene indicato come secondo cifra. Tanto più alto è il suo valore, tanta maggiore è la luce che può raggiungere l’occhio e tanto più luminoso risulterà il campo visivo. Per una maggiore visione diurna e crepuscolare, ad esempio, si consiglia un diametro a partire da 50 mm.


Campo visivo

Il campo visivo è quell’area visibile all’interno del binocolo a una distanza di 1000 m dall’osservatore. Aumentando l’ingrandimento, il campo visivo si riduce. In generale il campo visivo viene indicato sul binocolo. Esempio: 120m/1000m.

Grandangoli

I binocoli grandangoli sono caratterizzati da un campo visivo particolarmente ampio e sono quindi adatti per osservare oggetti in movimento (ad es. durante le partite di calcio o di pallamano oppure durante le gare automobilistiche e di motociclismo).


Punto ravvicinato

Questo numero indica la distanza più breve nella quale gli oggetti possono essere ingranditi in modo nitido e senza distorsioni. Un fattore importante da tenere in considerazione ad esempio per osservare gli insetti e durante le visite turistiche.